Fiori di Bach per bambini

I doni energetici-vibrazionali della natura ci aiutano


Cosa sono i fiori di Bach e come si preparano

Il dott. Edward Bach nel decennio tra il 1920 e il 1930 scoprì e divulgò un metodo di guarigione che si basa su 38 rimedi ottenute dai fiori di piante selvatiche ed incontaminate (non tossiche, né velenose). E' una terapia complementare riconosciuta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Secondo Bach le essenze floreali possono trasmetterci la loro forza e vanno a lavorare in modo sottile sul nostro atteggiamento mentale, il nostro sentito, cioè il "terreno". La frequenza del fiore riequilibra Anima e Mente permettendoci di entrare in risonanza con la sua frequenza energetica; ecco perché quando si consiglia un rimedio si chiede : "Risuona con te?".


Ogni fiore è legato ad un'emozione specifica e lavorerà in modo da trasformare tali sensazioni da negative a positive, armonizzando dissonanze e distorsioni in tempi relativi ad ognuno di noi, ma in modo completo. Si capisce dunque il concetto che andando a riequilibrare le emozioni gli effetti si mostreranno anche sul corpo e il suo benessere naturale.

“Voglio renderlo semplice come questo: ho fame, andrò a prendere una lattuga dal giardino per il mio tè; sono spaventato e malato, prenderò una dose di Mimulus.” (www.bachcentre.com)

I rimedi si possono acquistare puri (stoch bottle) o in preparazioni pre-confezionate e si possono miscelare tra loro in modo da creare la cura perfetta per ogni specifica situazione.

Bach spiegò il modo di estrarre la forza naturale dei fiori con metodi molto semplici, in modo che ognuno di noi potesse farli da sé. Oggi si trovano comodamente in diversi negozi specializzati, erboristerie,nella maggior parte delle farmacie, etc.

Sono miscelati con brandy per la loro conservazione (in dosi molto piccole) ma per bambini e donne in gravidanza consiglio di farseli preparare in altre soluzioni, come l'aceto di mele!


I fiori di Bach per i bambini

In pediatria la floriterapia è utilizzata efficacemente sia nelle malattie acute che in quelle croniche andando ad agire sullo stato d'animo che causa lo squilibrio della salute del bambino in modo dolce ma profondo, aiutandolo anche ad affrontare meglio il malanno.

Non ha controindicazioni essendo privo di parti organiche e non produce reazioni chimiche ne con il corpo ne se si seguono altre cure o terapie, anzi è un ottimo alleato poiché migliora il benessere psicofisico del piccolo.

I bambini reagiscono ai rimedi più velocemente degli adulti poiché sono molto più connessi al loro inconscio e alla loro anima, non presentano resistenze psichiche tipiche degli adulti in quanto sono energeticamente "aperti" e ancora poco influenzati da modelli comportamentali (lo sapevi che fino ai 7 anni si crede che l'uomo abbia il 7°chakra aperto?). Questa spontaneità e la loro spensieratezza fanno arrivare prima l'energia dei fiori e i loro effetti.

Il genitore gioca un ruolo molto importante in questo percorso: ponendosi in modalità di ascolto verso se stesso,verso suo figlio e verso i sintomi si collega automaticamente ad una visione più ampia della situazione sviluppando una capacità empatica innata e, con la pratica, diventerà sempre più autonomo nell'individuare i fiori adatti imparando ad ascoltare i bisogni nascosti, le difficoltà e le emozioni che il bambino esprime involontariamente.


Il bambino "assorbe" le energie dell'ambiente che lo circonda e il suo ambiente sono unicamente i suoi genitori, ci fanno da specchio molto più di quanto immaginiamo, spesso basterebbe riequilibrare gli adulti di riferimento: i nostri pensieri negativi ,le nostre ansie e i nostri malesseri vengono somatizzate dai piccoli e si trasformano in espressioni di disagio (paure, agitazione, nervosismo...)

Nelle discipline olistiche è risaputo che i bambini fino ai tre anni di età sono strettamente collegati alle emozioni della mamma, dunque si potrebbe dare il rimedio floreale ad entrambi se non solo alla madre!

immagini da Pinterest


Quali fiori e come ?

I rimedi sono 38 ed ognuno di loro è associato ad uno stato emotivo.

Si possono associare per creare una miscela al massimo di 6 rimedi in base al bisogno;

Sia per adulti che per bambini se ne consigliano 4 gocce 4 volte al giorno (da aggiungere anche alla pappa,a bevande calde o fredde, o direttamente con un cucchiaino); il periodo è valutato indicativamente, fino al miglioramento e molte volte capita di sospendere il trattamento in quanto la situazione si risolve e non si è neanche più attratti dalla "boccetta" del rimedio.


I rimedi più indicati per i bambini:

- Aspen per paure indefinite ed eccessiva sensibilità, infonde calma e sicurezza;

- Chicory per bambini che richiedono costantemente attenzioni, sono sempre attaccati a qualcuno e molto gelosi (vogliono la mamma tutta per loro in caso dell'arrivo di un fratello minore). Il fiore infonde sicurezza affettiva, lasciando fluire i sentimenti. Dona anche un sentimento maggiore di altruismo;

- Holly per i bambini gelosi che diventano rabbiosi ed aggressivi per paura di non essere più amati per esempio per la nascita di un fratellino (il disagio può anche manifestarsi non palesemente con enuresi notturna). Il fiore riequilibra l'umore e dona armonia;

- Honeysuckle è il fiore che esprime un eccessivo ancoraggio al passato, quando si rifiutano nuove situazioni per ricalcare azioni passate e modelli comportamentali (per esempio la fase di svezzamento si trasforma in un auto-svezzamento). Aiuta a superare la nostalgia e la dipendenza dalla mamma e dona interesse e serenità nel vivere il presente;

- Impatiens per i bambini troppo attivi, che non riescono a stare fermi e si irritano facilmente, soffrono di insonnia ed hanno scarsa concentrazione. Il rimedio aiuta a ritrovare la calma e la concentrazione diminuendo la tensione;

- Larch è il fiore dell'autostima, per chi ha poca fiducia in se stesso e teme il fallimento. Aiuta il bambino a valorizzare le proprie capacità accettando i propri difetti in modo costruttivo.

- Mimulus è il fiore delle paure più concrete (come il buio,il temporale, una verifica) e dei bambini timidi che si fanno pregare per rispondere a qualcuno e fanno fatica ad uscire di casa la mattina e stare in gruppo. Aiuta a fronteggiare le esperienze della vita con padronanza sbloccando la paura;

- Rock Rose il fiore per attacchi di panico ed isteria da paura, infonde coraggio e scioglie il gelo paralizzante;

- Walnut per la paura dei cambiamenti (come il primo giorno di scuola), dona sicurezza e stabilità nell'accogliere il nuovo ed evolvere;

- White Chestnut in casi di iperattività, insonnia e pensieri ossessivi , aiuta a rilassare la mente e sviluppare intuito lasciando andare i pensieri negativi;


Esempi di associazioni:

- Honeysuckle + Walnut + Red Chestnut: ottima associazione in tutti i cambiamenti; per esempio al nido,l'asilo o una nuova casa;


-Walnut + Honeysuckle: cambiamenti naturali dovuti alla crescita, per tagliare il legame con i genitori e donare la capacità di farcela da soli. Primo giorno di scuola, svezzamento, dentizione, pubertà, primi passi, etc.;


- Mimulus + Larch: per fortificare il carattere;


- Aspen + Rock Rose +White Chestnut : per dormire più tranquillo senza risvegli traumatici;


-White Chestnut + Walnut + Chicory : per affrontare il distacco dal nido famigliare e dalla mamma senza capricci, pianti e attacchi di panico;


- Star of Bethlehem + sweet chestnut : per situazioni traumatiche come incidenti, interventi o perdita di famigliari.


I rimedi floreali vanno scelti interpretando il bambino nel suo intero stato emotivo, non solo sulla base dei sintomi. E' importante capire ed osservare come reagisce di fronte ad una specifica situazione.

Personalmente testo attraverso la radioestesia o la kinesiologia se i rimedi scelti sono effettivamente quelli più adatti a risolvere il problema e se "risuona" con lo stato emozionale della persona, ma su questo argomento ci vorrebbe un altro post!


NB: La floriterapia è intesa come come coadiuvante alle cure mediche ed agisce a livello energetico-vibrazionale.

Il parere del pediatra è indispensabile per qualsiasi tipo di disturbo, ai primi sintomi chiamare il medico.




27 visualizzazioni