Trattamenti energetici

- Se conosciamo l’anatomia dell’uomo interiore, possiamo vedere anche la natura delle sue malattie e dei suoi rimedi. Ciò che vediamo con gli occhi esterni è l’ultima materia. -

(Paracelso filosofo, medico, botanico del 1500)

Non esiste un rimedio uguale per tutti perché ognuno di noi è unico nel suo sentire. Il mio approccio ha, come fine, quello di far nascere nella persona una consapevolezza, che porta all'auto-guarigione o guarigione spirituale.

I punti chiave sono:

  • Rendersi conto che la malattia o qualsiasi avvenimento (persino un incidente o i pidocchi!) sono la manifestazione di uno squilibrio che viviamo nell'ambiente che ci circonda;

  • Osservare e riconoscere le nostre emozioni, percezioni, blocchi e pensieri negativi;

  • Lavorare con le energie sottili, per riequilibrare la persona, individuando e rimuovendo quelle forme pensiero negative o parassite, ad ogni livello di frequenza;

  • Cambiare il proprio approccio e atteggiamento, grazie ad una nuova consapevolezza;

  • Amare se stessi e ringraziare il proprio corpo (amore e gratitudine sono le frequenze più alte);

     

- il GUARITORE non guarisce nessuno ma riequilibra così bene la persona da portarla, se la sua Anima è "pronta", alla sua autoguarigione - concetto reiki

- La rivoluzione interiore va fatta da sé e per sé. Nessun maestro o guru può insegnarti come fare -

J. Krishanamurti

Posso aiutarti a scovare il perché, attraverso un'indagine più profonda, a livello animico, ma la forte motivazione personale e la volontà di guarire sono alla base per avviare il processo di auto-guarigione ed iniziare il proprio percorso.

ATTENZIONE:

Ovviamente non rinnego la medicina Occidentale; il lavoro energetico non sostituisce in alcun modo i trattamenti medici convenzionali o la medicina di urgenza, ma integrandola a quest'ultimi, ci permette di sviluppare le nostre capacità innate ed attivare il NOSTRO GUARITORE INTERIORE.

Se hai un incidente e ti rompi un dito vai al pronto soccorso! Poi, in un secondo momento, sarà possibile capire il perché di quello che è accaduto (come già accennato) e, attraverso questa consapevolezza, evitare che si ripeta.

Percorsi individuali

L'operatore olistico

Il tuo corpo si cura da solo, può benissimo contrastare agenti esterni o infettivi, uccidere cellule malsane...ma, a volte, si ha bisogno dell'aiuto di qualcuno per sviluppare questo processo (cure amorevoli da parte di qualcuno che ci segua, che sia un genitore, un amico, un medico o terapeuta)

Per chiarezza: ma chi è l'operatore olistico? E' una persona che attraverso mezzi, attrezzature, rimedi ed informazioni ri-equilibra l'essere umano, animali o spazi abitativi.

In passato si chiamavano segnatori, curanderi, guaritori, sciamani e venivano associati a magia, religione e credenze varie...oggi la “cura” si basa più su concetti di ricerca, sperimentazione, e il saper attingere all'energia Universale.

L'operatore energetico cerca un' energia equilibrata, accresce la sua consapevolezza e trasmette un'intenzione positiva, attraverso tecniche e conoscenze antiche e nuove, per sostenere e mantenere il benessere ottimale di tutti gli essere viventi.

Sta, ad ognuno di noi, reagire e responsabilizzarsi di fronte ad una situazione negativa e non accettarla, come vittime impotenti ed inconsapevoli.

Il lavoro energetico consente di lasciar andare i blocchi e le energie negative, in modo da trasformare situazioni difficili in occasioni di crescita.

 

Partendo dal concetto che la malattia ha origine prima a livello energetico (che può' essere eterico, mentale, emozionale o spirituale) e che si manifesta nel corpo fisico solo allo stadio finale; si può stravolgere la visione convenzionale ed iniziare un percorso di consapevolezza, in sostanza molto pratico, riportando equilibrio nel sistema fisico e mentale.

La guarigione è il risultato sinergico tra, l'energia inviata dall'operatore e l'apertura della persona trattata, pronto a ricevere.

Vorrei permettere alle persone di imparare ad osservarsi, mantenendo il loro equilibrio nel tempo, in modo da diventare indipendenti e valutare da sé le informazioni che ricevono.

Se non cambiamo il nostro atteggiamento, le nostre emozioni e gli schemi dannosi, lo squilibrio si manifesterà nuovamente.

- Merlino: Vedi, giovanotto, questa faccenda dell'amore... è una cosa potentissima!

Artù: Più forte della gravità?

Merlino: Be', sì, figliolo, in un certo senso... Io direi che è la forza più grande sulla terra! -

La spada nella roccia (1963) di Wolfgang Reitherman

Emozioni come l'amore, la gratitudine, la cortesia, emettono frequenze molto alte che producono un campo energetico positivo. L'intenzione, sia di chi riceve, sia di chi invia, è il canale di comunicazione. Le tecniche sono i mezzi, e sono un' infinita ricerca...